Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi


Huawei Mate 10 e 10 Pro, gli smartphone con il processore intelligente

Mate 10 e Mate 10 Pro sono i primi smartphone di Huawei che integrano l’innovativa unità di calcolo neurale (NPU) che ottimizza e potenzia le funzioni dei due device, dotati anche di un’evoluta doppia fotocamera posteriore.

Huawei Mate 10 e 10 Pro

Kirin 970. È questo il nome del primo processore mobile sviluppato da Huawei dotato di Intelligenza Artificiale e utilizzato in anteprima nei nuovi device Mate 10 e Mate 10 Pro. Il chip Kirin 970 è infatti dotato di un’unità di calcolo neurale (NPU) grazie alla quale le prestazioni e le funzioni “smart” del terminale sono ottimizzate e potenziate, processo al quale contribuiscono anche la veloce CPU ARM Cortex octa-core, la CPU Mali G72 a 12-core e il doppio ISP per la fotografia. Risposte in tempo reale alle domande dell’utente, riconoscimento di oggetti, traduzione AI-Accelerated sono solo alcune delle funzioni che beneficiano del supporto dell’unità NPU.

Huawei Mate 10 e 10 Pro

Esteticamente Mate 10 e Mate 10 Pro si distinguono per l’utilizzo, nel primo caso, di un display da 5,9” FullView con rapporto 16:9 e, nel secondo, di un pannello OLED da 6” FullView in 18:9. Entrambi gli schermi supportano HDR-10 e sono incastonati in scocche dai bordi sottilissimi rivestite fronte e retro da vetro curvato agli angoli, con il modello Pro che è inoltre certificato IP67 e quindi resistente all’acqua e alla polvere.

FOTOGRAFIE LUMINOSE E INTELLIGENTI

Il comparto fotografico si avvale anche in questo caso della collaborazione con Leica, con la quale Huawei ha co-progettato i doppi obiettivi presenti sul retro della scocca di entrambi gli smartphone. Il sensore da 12 MP RGB e quello da 20 MP monocromatico lavorano in sinergia e sono assistiti da altre tecnologie quali la stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS), lenti con apertura f/1.6 (un valore di riferimento nel settore smartphone), effetto Bokeh (sfocatura tra primo e secondo piano) e Digital Zoom AI-powered. Le nuove funzioni Real Time Scene AI-powered e il riconoscimento degli oggetti, che impostano automaticamente le funzioni della fotocamera basandosi sull’oggetto e sulla scena, supportano un avanzato zoom digitale AI-powered con AI-Motion Detection per ritratti più nitidi e immagini di oggetti più delineati. Sul fronte troviamo invece un sensore da 8 MP con apertura f/2.0.

Huawei Mate 10 e 10 Pro

L’unità di calcolo neurale interviene anche nella gestione intelligente della batteria da 4000 mAh: l’NPU analizza il comportamento dell’utente e alloca le risorse per massimizzare la durata della batteria, che supporta anche la ricarica rapida a bassa tensione da 4.5V/5A così che il dispositivo possa venire caricato dall’1% al 20% in 10 minuti e dall’1% al 58 percento in 30 minuti. Inoltre, la tecnologia di caricamento rapido Huawei SuperCharge ha ricevuto la certificazione di sicurezza TÜV Fast-Charge Safety Certification.

Huawei Mate 10 e 10 Pro

La restante dotazione tecnica si conferma di alto profilo visto che abbiamo 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di memorizzazione, Wi-Fi ac, 4G-LTE, Bluetooth 4.2 con supporto ai codec audio ad alta risoluzione e porta USB Type-C. Chiude il quadro la nuova EMUI 8.0, l’interfaccia personalizzata da Huawei e basata sul sistema operativo Android 8.0 Oreo che include funzioni ad hoc quali il mirroring e l’estensione dello schermo dello smartphone verso un PC per ottenere un’esperienza desktop completa, Split Screen intelligente e visualizzazione multi-colonna intelligente quando lo smartphone viene posto in orizzontale.

VIDEO